Caffè Macinato - Come macinare il CaffèIn questa guida vi spiegheremo come macinare il caffè correttamente per la vostra macchina da caffè espresso.

Se state leggendo questa guida, probabilmente siete in possesso di un macinacaffè ma non siete in grado di trovare la giusta macinatura per la vostra macchina caffè, con la conseguenza di non riuscire ad ottenere un espresso sufficientemente corposo e aromatico.

Allora non vi resta che seguire i nostri consigli pratici su come macinare il caffè al meglio con il vostro macinacaffè per ottenere un espresso buono come al bar.

Questa guida è rivolta a tutti coloro che si cimentano a macinare i chicchi di caffè in casa, quindi a tutte quelle persone che sono in possesso di una macchina da caffè e di un macinacaffè per un uso casalingo, dunque non professionale.

Se siete interessati potete andare direttamente alla nostra classifica aggiornata con I Migliori Macinacaffè.

Come Avviene l’Estrazione del Caffè

Estrazione CaffèQuesta parte della guida è fondamentale perché a nostro avviso è importante conoscere prima le basi dell’estrazione del caffè per riuscire ad ottenere una buona macinatura.

Il processo di estrazione del caffè, avviene principalmente in due modi:

Infusione: l’estrazione per infusione avviene quando il caffè è a contatto diretto con acqua calda per un certo periodo di tempo, fino a che non vengono rilasciati completamente tutti i sapori e gli aromi contenuti nel caffè. Questo tipo di estrazione viene utilizzato per diverse sostanze ma nel campo del caffè, può essere impiegato in vari modi, ne è un esempio il caffè bollito, il caffè Melior o il più gettonato caffè turco. Si tratta comunque di un sistema di estrazione statico, ovvero il caffè è immerso nell’acqua senza ulteriori movimenti o flussi.

Percolazione: l’estrazione per percolazione invece avviene mediante il passaggio di un flusso d’acqua che attraversa il caffè macinato, dunque proprio nel momento del passaggio, vengono estratte tutte le sostanze e gli aromi del caffè che andranno poi a caratterizzare il sapore dell’espresso. Alcuni esempi di caffè estratti per percolazione sono il caffè in moka, il caffè filtro e il caffè espresso.

Estrazione Caffè EspressoNel caso del caffè espresso, le dinamiche in realtà sono leggermente diverse, perché a differenza del caffè in moka o del caffè filtro, in cui l’estrazione può durare alcuni minuti, nel caso del caffè espresso invece l’estrazione dura pochi secondi, diciamo che il tempo “ideale” sarebbe compreso in un range tra 25 e 28 secondi.
Il caffè espresso nasce proprio dalla forte esigenza di ottenere un caffè in breve tempo ed è per questo che è stato creato un sistema di estrazione a “percolazione forzata“, proprio perché grazie alla pressione generata dalla pompa (componente delle moderne macchine espresso), l’acqua viene spinta velocemente attraverso il filtro in cui è contenuto il caffè macinato, dando vita alla vera e propria estrazione del caffè.

Il giusto grado di Macinatura

Grado Macinatura CaffèOra che avete appreso come avviene l’estrazione del caffè, dovreste già avere intuito l’importanza del giusto grado di macinatura.

Nel momento in cui avviene il passaggio dell’acqua nella polvere di caffè, si genera l’estrazione vera e propria di tutti gli aromi fondamentali contenuti nel caffè. Questo è il punto più critico perché se il passaggio dell’acqua non avviene nel modo corretto e soprattutto nelle giuste tempistiche, scordatevi di ottenere un vero caffè espresso all’italiana.

Quindi è proprio per questo motivo che è importante saper scegliere il giusto grado macinatura, altrimenti si rischia di alterare il fenomeno dell’estrazione, rovinando di fatto il sapore e la consistenza dell’espresso ottenuto.

Quindi come Regolare il Macinacaffè?

In realtà ottenere una macinatura corretta per macchine espresso è molto più semplice di quanto pensiate, ma dovrete tenere bene a mente questi valori, essenziali per ottenere un espresso ideale:

  1. Dose di caffè da mettere nel filtro: circa 7 grammi per una singola dose.
  2. Pressatura: pressare il caffè con il peso del corpo e soprattutto in modo dritto e ben livellato.
  3. Quantità di caffè da erogare: dai 25 ai 30 ml.
  4. Tempo di estrazione: deve essere compreso tra 25 e 28 secondi.

Bicchierino in Vetro Graduato da CaffèUna volta imparati questi valori fondamentali, per regolare in modo corretto il vostro macinacaffè, mettete la manopola della macinatura esattamente a metà. Quello sarà il valore di partenza dal quale andrete a diminuire o aumentare la granulometria, finché non otterrete la giusta macinatura.

Una volta regolata la manopola, preparate il primo espresso, assicurandovi di mettere 7 grammi di caffè nel filtro, pressando il tutto in modo uniforme e ben livellato. Dopo aver fatto ciò, prendete una tazzina di caffè graduata ed erogate tra i 25 e 30 ml di caffè, facendo molta attenzione a cronometrare i secondi, da quando inizia l’erogazione fino a quando non viene fermata.

A questo punto dovrete regolarvi di conseguenza, ovvero:

  • Tempo di estrazione superiore ai 30 secondi: nel caso in cui i 25/30 ml di caffè vengono erogati in un tempo superiore ai 30 secondi, significa che la grana del caffè è troppo fine, quindi va aumentata, altrimenti si rischia una sovra-estrazione del caffè, ottenendo un colore molto scuro e un caffè dall’aroma bruciato.
  • Tempo di estrazione inferiore ai 25 secondi: nel caso in cui i 25/30 ml di caffè vengono erogati in un tempo inferiore ai 25 secondi, significa che il caffè è macinato con una grana troppo spessa e quindi bisogna effettuare una macinatura più fine, altrimenti rischierete un caffè sotto-estratto con un colore molto chiaro, poco consistente e tendente all’acquoso.

Nel caso in cui continuate ad ottenere un caffè estratto troppo velocemente anche dopo aver regolato il vostro macinacaffè al massimo grado di finezza per la macinatura, molto probabilmente il vostro macinacaffè non è adeguato per la macinatura da macchina espresso.

Caffè Espresso Italiano in tazzinaRicordate che non esistono valori standard per la macinatura corretta del caffè, il giusto grado di macinatura potrete ottenerlo solo sul luogo in cui la effettuerete, visto che la riuscita di una buona macinatura dipende da molti fattori, tra cui l’umidità del posto, il macinacaffè utilizzato, la qualità di caffè utilizzato e soprattutto la macchina da caffè che andrete ad utilizzare.
Quindi seguite i nostri consigli facendo delle prove finché non otterrete una quantità di caffè di circa 25/28 ml estratta in circa 25/30 secondi, l’ideale sarebbe dunque 1 secondo per ogni ml di caffè erogato. State tranquilli, anche se otterrete dei valori molto simili a questi, con scarti magari di 2,5 secondi e 3 ml circa, vi gusterete sicuramente un ottimo espresso italiano 😉 !

Come Macinare il Caffè senza Macinacaffè

Vi state chiedendo se è possibile macinare il caffè senza avere un macinacaffè? La risposta è NO!

Abbiamo letto online delle guide veramente ridicole che spiegano in modo molto grossolano delle alternative su come macinare il caffè senza usare un macinacaffè.

Vi diciamo fin da subito di non dare assolutamente retta a queste guide, perderete solo tempo perché una buona macinatura è caratterizzata da polvere di caffè, quindi è essenziale ottenere una vera e propria polvere di caffè se volete bere un caffè che non sia acqua colorata.

Anche se volessimo macinare in modo manuale il caffè per la moka, che magari richiede una macinatura più grossolana, è importante che il caffè divenga polvere, grossa o fine che sia. Crediamo dunque che sia molto improbabile ottenere un’adeguata macinatura senza utilizzare un macinacaffè.

In conclusione, se vi capita di leggere guide simili, in cui vi suggeriscono di usare degli utensili come un martello per schiacciare i chicchi di caffè, fatevi una risata e andate ad acquistare tutto al più una confezione di caffè già macinata 🙂 !

MacchinadelCaffe.it spera di aver fatto cosa gradita con questa Guida su Come Macinare il Caffè e vi augura una Buona Macinatura!

Share Button